ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
La morte del nisseno Sabia a Imperia, il mondo delle arti marziali in lutto. "Sapeva far amare il karate"
Cronaca
visite86

La morte del nisseno Sabia a Imperia, il mondo delle arti marziali in lutto. "Sapeva far amare il karate"

Salvatore Sabia Ha scosso il mondo sportivo delle arti marziali la morte del cinquantenne Salvatore Sabia, il maestro di karate originario di Caltan...

Redazione
27 Agosto 2015 11:27

La morte del nisseno Sabia a Imperia, il mondo delle arti marziali in lutto. "Sapeva far amare il karate" Salvatore Sabia Ha scosso il mondo sportivo delle arti marziali la morte del cinquantenne Salvatore Sabia, il maestro di karate originario di Caltanissetta ma residente a Ceriana, in provincia di Imperia, che ha perso la vita mercoledì sera mentre era a bordo della sua moto, una Kawasaky ER6M con la quale viaggiava in direzione Sanremo. Per evitare di investire due anziani che erano in mezzo alla strada, Sabia ha frenato bruscamente e la sua Kawasaki è piombata contro il muretto che delimita la carreggiata. “Salvatore – lo ricorda Vincenzo Tripodi, vicepresidente Csen di Savona – era un maestro validissimo. Era innamorato di questo sport che praticava con impegno e dedizione. Aveva solo 14 anni quando aveva iniziato a frequentare le palestre. A cinquant’anni era diventato un professionista. Insegnava ai bambini e a ragazzi. Un maestro che sapeva fare il suo lavoro e sopratutto aveva una caratteristica: sapeva davvero far innamorare chi si avvicinava al karate ed era alle prime armi”. Salvatore Sabia, dipendente dell’Aimeri, abitava a Ceriana. Aveva due figli: Valentina, 24 anni e Fabio di 17. Entrambi frequentavano la palestra di Arma di Taggia dove insegnava il padre. Valentina è istruttrice ed ha il secondo dan. Il fratello minore ha il primo dan. “Hanno seguito le orme del padre e stanno facendo strada – dice ancora Vincenzo Tripodi –. Con Salvatore avevamo organizzato un trofeo a Savona e si era dato tanto da fare affinché ci fosse un buon numero di partecipanti e che il livello fosse massimo. Era anche un ottimo arbitro e pure responsabile regionale della Fesiam, che è la federazione dello sport delle arti marziali”. Ora i tanti allievi e colleghi hanno intenzione di ricordare Salvatore Sabia con un trofeo di karate per non dimenticare i suoi insegnamenti. FOTO ARCHIVIO

Schianto sulla Caltanissetta-Agrigento, auto finisce nel dirupo e va a fuoco. Ferite lievi per i due conducenti
News Successiva
Casa-discarica bruciata sei volte in un mese a Caltanissetta. Nel centro storico esplode l'emergenza igienica

Ti potrebbero interessare

Commenti

La morte del nisseno Sabia a Imperia, il mondo delle arti marziali in lutto. "Sapeva far amare il karate"

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
Adriano Rabiolo Fisioterapista Caltanissetta