ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Kalashnikov e pistole, carabinieri di Caltanissetta sequestrano vasto arsenale. Arrestato il "custode", si indaga all'estero
Cronaca
visite275

Kalashnikov e pistole, carabinieri di Caltanissetta sequestrano vasto arsenale. Arrestato il "custode", si indaga all'estero

E' un efficientissimo arsenale quello che stanotte i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Caltanissetta hanno ritrovato nell'abitazione d...

Redazione
15 Dicembre 2015 09:54

E' un efficientissimo arsenale quello che stanotte i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Caltanissetta hanno ritrovato nell'abitazione di Luigi Di Dio, un 59enne di Barrafranca con precedenti penali che abita a Piazza Armerina. Un sequestro scattato sull'onda di una indagine in corso e coperta dal massimo riserbo. L'uomo è stato arrestato con l'accusa di illecita detenzione di armi e munizioni, tra cui anche armi da guerra. La "santabarbara" scovata dagli investigatori dell'Arma comprende un Kalashnikov di fabbricazione russa efficiente e funzionante, corredato di caricatore e cartucce da guerra, tre pistole, tutte funzionanti ed equipaggiate di caricatori, oltre a 700 cartucce inesplose di vario calibro. I carabinieri hanno fatto irruzione nell'appartamento di Dio, perquisendolo fin quando in vari punti non è saltato fuori l'arsenale. Lui aveva anche una pistola con la matricola cancellata e il caricatore pieno già inserito. Le armi, da una prima analisi dei carabinieri, sono tutte di provenienza estera e i Carabinieri della Compagnia di Caltanissetta stanno approfondendo le indagini per accertare come ne sia venuto in possesso Luigi Di Dio e se è in contatto con trafficanti stranieri. Il "custode" dell'arsenale è rimasto in silenzio, non chiarendo ai militari dell'Arma la provenienza delle armi nè a cosa dovessero servire. Nelle prossime ore Luigi Di Dio - difeso dall’avvocato Franco Puzzo - dovrà chiarire la propria posizione al Gip durante l'interrogatorio di garanzia che si svolgerà nel carcere di Enna. Tutte le armi sono state sequestrate e presto saranno inviate ai laboratori balistici del Ris di Messina per verificare se abbiano mai sparato e, se ìn, in quale occasione. Gli accertamenti saranno eseguiti anche sulla pistola con il numero di serie abraso, per stabilire se sia stata rubata.

Acli e Coni insieme ai giovani dell’istituto minorile nisseno: “Lo sport come volano del recupero sociale”
News Successiva
"Parenti serpenti" a Caltanissetta: minaccia la sorella con l'ascia, uomo denunciato dalla Polizia

Ti potrebbero interessare

Commenti

Kalashnikov e pistole, carabinieri di Caltanissetta sequestrano vasto arsenale. Arrestato il "custode", si indaga all'estero

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852