Seguo News
A+
A
A-
Incidente autonomo in via Crispi: scooterista nisseno scivola e batte la testa
Cronaca
Visite2

Incidente autonomo in via Crispi: scooterista nisseno scivola e batte la testa

Al “manubrio” in stato di ebbrezza e senza casco: queste le premesse che hanno fatto perdere il controllo del proprio ciclomotore, uno Scarabeo Aprili...

Redazione
17 Luglio 2015 08:09

Al “manubrio” in stato di ebbrezza e senza casco: queste le premesse che hanno fatto perdere il controllo del proprio ciclomotore, uno Scarabeo Aprilia, a un nisseno di 25 anni. La sezione volanti della Polizia e l’ambulanza del 118, dopo aver ricevuto una segnalazione alle 21.30, sono intervenute in via Crispi per verificare la dinamica dei fatti e lo stato di salute del guidatore. Il giovane, disteso a terra in stato di semi incoscienza è stato immediatamente soccorso dal 118 che hanno accertato ferite alla testa e perdita di sangue. Dai rilevamenti sul posto e dalle tracce lasciate dal mezzo  i poliziotti presumono che il conducente, privo di casco, ha perso il controllo dello scooter cadendo a terra e sbattendo la testa, mentre il mezzo ha proseguito la corsa per fermarsi poco dopo. Gli accertamenti sanitari hanno confermato che il giovane nisseno era positivo all’alcool test (2,6 grammi per litro di sangue, il limite è di 0,4) e, attualmente, si trova ricoverato in rianimazione all’Ospedale Sant’Elia con prognosi riservata. La vittima dovrà rispondere di guida in stato di ebbrezza e senza casco in un veicolo privo di assicurazione e di revisione. Il mezzo è stato posto sotto sequestro. Foto: archivio

La telefonata Tutino-Crocetta, l'Espresso tira dritto. Il direttore: "La conversazione esiste e l'abbiamo ascoltata"
News Successiva
Vulcanelli di Santa Barbara, si temono nuove esplosioni. Il Comune vieta l'accesso all'area delle maccalube

Ti potrebbero interessare

Commenti

Incidente autonomo in via Crispi: scooterista nisseno scivola e batte la testa

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013. Direttore responsabile: Rita Cinardi.