ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Incendio nella scarpata di via Leone XIII, l'area è del Comune. Ma ora il sindaco Ruvolo si automulterà?
Cronaca
visite250

Incendio nella scarpata di via Leone XIII, l'area è del Comune. Ma ora il sindaco Ruvolo si automulterà?

Il sindaco Giovanni Ruvolo La domanda, a questo punto nasce spontanea. Se divampa un incendio in un'area di proprietà del Comune, lo stesso Comune p...

Redazione
05 Giugno 2015 16:01

Incendio nella scarpata di via Leone XIII, l'area è del Comune. Ma ora il sindaco Ruvolo si automulterà? Il sindaco Giovanni Ruvolo La domanda, a questo punto nasce spontanea. Se divampa un incendio in un'area di proprietà del Comune, lo stesso Comune può automultarsi? Secondo quanto sancito dalla ordinanza firmata dal sindaco Giovanni Ruvolo e controfirmata dall'assessore all'Urbanistica Amedeo Falci pensiamo di sì, e il primo esempio lampante di auto-sanzione arriva dalla scarpata tra via Leone XIII e via Padre Pio da Pietralcina, dove giusto stamattina è divampato un principio d'incendio che ha bruciato le fitte sterpaglie che crescono da anni senza che l'ufficio tecnico del Comune - lo stesso che in primis ha violato l'ordinanza numero 23 dello scorso 1 giugno - dovrebbe provvedere alla pulizia dell'area che - come hanno accertato i vigili del fuoco attraverso la Polizia Municipale - fa parte del patrimonio terriero di Palazzo del Carmine. Sulla questione antincendio i sindacati di categoria dei vigili del fuoco, tra cui la Uil-Pa di cui è segretario Gaspare Goto, aveva chiesto un incontro al prefetto Maria Teresa Cucinotta, per conoscere il piano di emergenza a seguito della chiusura della bretella A19 e che, avendo a disposizione poche unità, v'è il rischio di non poter intervenire con tempismo in caso di incidenti o altre situazioni di emergenza in quanto le squadre dei vigili del fuoco possono essere impegnate a domare incendi durante la stagione estiva. E considerato che tanto il sindaco Ruvolo e il suo assessore nell'atto scrivono che va mitigato "il rischio di incendi, procedere alla ripulitura dei suoli da vegetazione spontanea e materiali infiammabili", allora la Polizia Municipale incaricata di vigilare affinché l'ordinanza antincendio venga osservata, ha il compito (leggasi dovere) di multare il Comune perchè le fiamme hanno rischiato di propagarsi minacciando case e auto in sosta. E chissà se la Giunta comunale, valutata questa auto-inadempienza, può rivalersi sul dirigente (?) o sui funzionari dell'Ufficio tecnico. Non sarebbe male - anzi, è un buon esempio per i cittadini - vedere qualche amministratore o funzionario della Pubblica amministrazione locale paghi per l'inosservanza di un provvedimento da lui emanato. Qualche avvocato - e Giovanni Ruvolo ne ha proprio uno nella sua squadra - potrebbe dare un parere sulla questione. Oppure l'Amministrazione comunale, pagata la multa, avvii una maxi bonifica nelle aree brulle dei quartieri invase da erbacce. Sarebbe anche un bel colpo d'occhio e il decoro urbano ringrazierebbe, eccome. Il rispetto delle regole passa soprattutto se chi le stabilisce, in primis le osserva in maniera rigorosa e prima degli altri. Ma che sarebbe andata a finire così era più che scontato. Il resto è solo carta straccia. Come le ordinanze.

Si affaccia al balcone e riconosce uno degli aggressori. Rapina a impiegato di Caltanissetta, denunciato pakistano
News Successiva
In un anno 31mila richieste al "112". Celebrati a Caltanissetta i 201 anni dei carabinieri, encomi ai militari

Ti potrebbero interessare

Commenti

Incendio nella scarpata di via Leone XIII, l'area è del Comune. Ma ora il sindaco Ruvolo si automulterà?

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852