ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
"Impiegati e vigili urbani assenteisti al Comune": la Procura di Caltanissetta chiede il processo per 44 persone
Cronaca
visite260

"Impiegati e vigili urbani assenteisti al Comune": la Procura di Caltanissetta chiede il processo per 44 persone

La Procura di Caltanissetta ha chiesto il rinvio a giudizio per 44 dipendenti del Comune di Caltanissetta - tra impiegati dell'ufficio tecnico e vigil...

Redazione
17 Giugno 2015 18:22

La Procura di Caltanissetta ha chiesto il rinvio a giudizio per 44 dipendenti del Comune di Caltanissetta - tra impiegati dell'ufficio tecnico e vigili urbani - che il prossimo 2 ottobre compariranno davanti al Gup Lirio Conti, chiamato a decidere se disporre il processo per i dipendenti comunali o prosciogliere le loro posizioni. L'udienza preliminare - considerato il numero degli imputati - si svolgerà all'aula bunker del carcere Malaspina di Caltanissetta. Il Comune di Caltanissetta e il ministero dell'Economia risultano persone giuridiche offese nel procedimento e potranno costituirsi parte civile. Truffa in danno della pubblica amministrazione e falsa attestazione della presenza in servizio commessa da pubblico dipendente, sono le ipotesi di reato formulate dal pubblico ministero Santo Di Stefano titolare dell’inchiesta che nell’aprile del 2014 era sfociata in una raffica di provvedimenti di sospensione dal lavoro per i dipendenti dell’Ufficio tecnico e per i vigili urbani, alcuni dei quali rimasti a casa chi per un mese e altri per due settimane. Il provvedimento, emesso dal Gip Alessandra Giunta, prese spunto da un’inchiesta dei carabinieri del Nucleo operativo Radiomobile i quali accertarono che, dal mese di novembre del 2012 ad aprile 2013, gli indagati si sarebbero allontanati dal posto di lavoro dopo aver timbrato il cartellino o avrebbero timbrato per conto di altri colleghi non presenti. Per tutti questi mesi, gli investigatori spiarono vigili urbani e dipendenti dell’ufficio tecnico piazzando microtelecamere sul badge che segnava gli orari di entrata e uscita dal posto di lavoro o filmando le “uscite” ritenute non autorizzate. Alcuni degli indagati, poi interrogati dal giudice, respinsero l’accusa di “furbetti” del cartellino, spiegando i motivi – alcuni dei quali fornendo documenti e fogli di servizio a riscontro – si erano allontanati durante l’orario di servizio. Il Tribunale del Riesame poi reintegrò diversi dipendenti. I 44 imputati sono difesi dagli avvocati Massimiliano Bellini, Michele Micalizzi, Walter Tesauro, Maria Francesca Assennato, Giuseppe Panepinto, Maria Teresa Consaga, Angelo Tornabene, Giuseppe Dacquì, Davide Schillaci, Emanuela Lopiano, Giacomo Butera, Luigi Di Natale, Sergio Iacona, Calogero Buscarino, Vincenzo Vitello, Adriana Vella, Daniele Osnato.

Il maxi processo agli abusivi delle case allo Stazzone di Caltanissetta. L'accusa sollecita 45 condanne per gli inquillini
News Successiva
"Rapinarono fidanzatini appartati in auto". Sommatinesi condannati a 2 anni, assolti altri due imputati

Ti potrebbero interessare

Commenti

"Impiegati e vigili urbani assenteisti al Comune": la Procura di Caltanissetta chiede il processo per 44 persone

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852