ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Giubileo, anche Caltanissetta ha la sua “Porta Santa”. Il vescovo in Cattedrale apre “il passaggio che purifica dai peccati”
Cronaca
visite189

Giubileo, anche Caltanissetta ha la sua “Porta Santa”. Il vescovo in Cattedrale apre “il passaggio che purifica dai peccati”

Una Porta Santa per poter chiedere misericordia e perdono per tutti i peccati commessi. Un passaggio sacro che si apre ogni 25 anni, anche se il Ponte...

Redazione
13 Dicembre 2015 22:31

Una Porta Santa per poter chiedere misericordia e perdono per tutti i peccati commessi. Un passaggio sacro che si apre ogni 25 anni, anche se il Pontefice ha la possibilità di anticipare questa data offrendo un’eccezionale occasione per tutti i fedeli. Un’occasione, appunto, che Papa Francesco non si è lasciato sfuggire proclamando un “anno santo” che sarà vissuto dall’8 dicembre 2015 al 20 novembre 2016. Un evento assolutamente unico nel suo genere non soltanto perché si tratta di un “Giubileo Straordinario” ma anche perché è il primo ad essere “tematico” (è dedicato alla misericordia) e, soprattutto, “diffuso”. Solo un Pontefice giunto da un Continente geograficamente molto lontano dallo Stato del Vaticano, infatti, poteva comprendere l’importanza di estendere le tradizionali 4 porte sante (tutte dentro Roma), e concedere la possibilità di aprire un passaggio in tutte le diocesi del mondo. Il vescovo di Caltanissetta, Monsignor Mario Russotto, ha accolto con gioia l’autorizzazione concessa da Papa Francesco e questo pomeriggio ha benedetto la porta della Cattedrale Santa Maria La Nova trasformando l’imponente soglia in un passaggio Sacro. Un evento che, complice la bella giornata, hanno vissuto migliaia di fedeli che si sono accalcati lungo corso Umberto, attorno alla piazza Garibaldi e all’interno della Cattedrale nissena. Un momento vissuto con grande commozione e raccoglimento ma anche emozione, soprattutto da coloro i quali, per diversi motivi fisici, non avrebbero avuto la possibilità di poter andare a Roma. La manifestazione religiosa è iniziata nella chiesa Sant’Agata al Collegio dove è stata letta la bolla papale “Misericordiae vultus”, inviata da papa Francesco, e sono state indossate le vesti sacre. Dopo la benedizione una lunga processione ha percorso Corso Umberto fino alla Cattedrale. A quel punto è iniziato il rito vero e proprio: Monsignor Mario Russotto, ricevuta la croce, ha battuto tre volte nella porta e l’ha aperta. Chiunque, durante questo anno sacro, varcherà questa soglia chiedendo a Dio il perdono dei propri peccati riceverà l’assoluzione. Il vescovo, durante la sua Omelia, ha sottolineato con gioia la presenza di chi, seppur con una sedia a rotelle, ha avuto il piacere di varcare la Porta Santa; un segno di sincero fervore religioso mostrato anche da chi ha seguito la funzione religiosa dall’esterno della chiesa con la sola possibilità di ascoltare, attraverso gli amplificatori acustici. Il vescovo, però, ha delegato alcuni dei tanti presbiteri presenti alla funzione e provenienti da tutti i paesi della diocesi, a distribuire la Comunione ai fedeli che erano presenti in piazza. Conclusa la funzione l’attenzione della piazza è stata calamitata da una spettacolare esibizione di sbandieratori che hanno fatto volteggiare le loro bandiere attorno alla fontana raccogliendo gli applausi della folla. Quello dell’apertura della Porta Santa resterà certamente un momento indimenticabile per la diocesi nissena che aggiunge un ulteriore profondo valore cristiano alla chiesa ma, soprattutto, si apre con gioia e grande disponibilità al prossimo.

“Social Card” per famiglie bisognose a Caltanissetta, istanze da presentare al Comune entro il 15 gennaio
News Successiva
Totò Cuffaro torna a casa e sogna il Burundi. "Basta con la politica, ho fatto errori e li ho pagati"

Ti potrebbero interessare

Commenti

Giubileo, anche Caltanissetta ha la sua “Porta Santa”. Il vescovo in Cattedrale apre “il passaggio che purifica dai peccati”

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852