ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Gela, violenze nei confronti della moglie, dei bimbi e del suocero: arrestato tunisino
Cronaca
visite212

Gela, violenze nei confronti della moglie, dei bimbi e del suocero: arrestato tunisino

Ieri sera il commissariato di Gela ha tratto in arresto un cittadino di nazionalità tunisina, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in ca...

Redazione
17 Febbraio 2017 10:01

Ieri sera il commissariato di Gela ha tratto in arresto un cittadino di nazionalità tunisina, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP di Gela su richiesta della Procura, per i molteplici reati commessi nei confronti della moglie e dei figli minori, tra cui: atti persecutori (612 bis c.p.) e danneggiamento a mezzo incendio (424 c.p.), commessi in danno della ex moglie e del suocero, al quale veniva danneggiata la motoape. Lo stesso,benchè sottoposto a misura cautelare degli arresti domiciliari e al divieto di avvicinamento alla ex moglie e al suocero, ha continuato a reiterate condotte moleste, minacciose e violente nei confronti degli stessi, cagionando alle vittime un perdurante stato d’ansia e timore per l’incolumità propria e dei minori. Nel corso dell’indagine è emersoun quadro drammatico, fatto di persistenti vessazioni dell’uomo verso la donna, in un contesto familiare pesantemente condizionato dall’atteggiamento violento ed aggressivo dell’arrestato, anche nei confronti dei figli, tutti e due in tenerissima età. In particolare, lo stesso si è reso responsabile di vessazioni e violenze fisiche ai danni della ex moglie, ed in alcune circostanze proferendo di continuo frasi minacciose e ingiuriose. L’efficace interazione tra la Procura della Repubblica di Gela, diretta dal Procuratore Capo Dott. Fernando Asaro e il Commissariato di di Gela, ha posto fine alla squallida vicenda e l’esito dell’azione investigativa è stato posto a fondamento del provvedimento restrittivo emesso dal GIP presso il Tribunale di Gela Paolo Fiore, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica Maurizio De Maco. Dopo le formalità di rito il marito violento è stato condottopresso la Casa Circondariale di Gela a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La Polizia di Stato a Gela esercita un sostegno costante e concreto per le vittime di tali ignobili forme di reato e rivolge un invito a denunciare qualunque episodio di violenza subita in particolare in ambito familiare o di convivenza, al fine di arginare tempestivamente il reiterarsi di questo fenomeno criminale che può degenerare da un momento all’altro in situazione tragiche.

Gela, usava paletta con la scritta "polizia" per entrare in aree riservate: denunciata guardia giurata
News Successiva
Gela, Guardia di Finanza sequestra abiti contraffatti e 1,5 kg di sigarette

Ti potrebbero interessare

Commenti

Gela, violenze nei confronti della moglie, dei bimbi e del suocero: arrestato tunisino

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
Adriano Rabiolo Fisioterapista Caltanissetta