ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Garanzia giovani. Morreale (Uil): “Gli enti pubblici snobbano il progetto che offre occupazione”
Cronaca
visite235

Garanzia giovani. Morreale (Uil): “Gli enti pubblici snobbano il progetto che offre occupazione”

Continuano ancora ad oggi ad essere pochissimi gli enti pubblici a presentare dei progetti di Servizio civile nell’ambito di Garanzia Giovani, il prog...

Redazione
25 Giugno 2015 08:25

Continuano ancora ad oggi ad essere pochissimi gli enti pubblici a presentare dei progetti di Servizio civile nell’ambito di Garanzia Giovani, il programma nazionale di formazione e inserimento al lavoro per i giovani disoccupati tra i 14 ed il 29 anni di età “I dati sono scoraggianti perché il vero nodo da sciogliere rimane quello di capire perché non vengono presentati i progetti da parte degli Enti Pubblici” ha commentato il Segretario della Uil Andrea Morreale. Gli enti di servizio civile iscritti all'albo nazionale e all’albo della Regione possono presentare progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del Programma europeo Garanzia giovani - finanziati con fondi comunitari destinati alla realizzazione del “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani” (PON IOG) - per l’avvio di n. 666 volontari messi a bando in associazioni e comuni di tutta l'Isola, con scadenza alle ore 14,00 del 30 giugno 2015. Garanzia Giovani è una sfida che richiede la collaborazione e l’impegno delle istituzioni, - afferma Andrea Morreale della UIL - credo che pochi o nessuno degli Enti Pubblici di questi tempi, deve rimanere impassibili di fronte alla possibilità di impegnare anche solo per un anno i giovani in cerca di esperienza. Molti giovani vogliono cogliere quest’opportunità, per potere investire non solo sulla propria crescita ma anche su quella della collettività. Eppure quest’opportunità tarda ad arrivare, tanti di questi ragazzi attendono una risposta. “La mancata iscrizione o presentazione dei progetti da parte degli enti pubblici, interdice la costruzione di un percorso individuale che il Servizio Civile propone ai giovani ossia quello di formarsi a 360° a livello sociale e umano, di collaborare ed arricchire conoscenze ed esperienze, dedicando un anno della propria vita agli altri, facendo esperienza, costruendo le premesse del proprio futuro lavorativo e ricevendo anche un compenso di 433 euro al mese - precisa Andrea Morreale. Ritengo che la mancata presentazione dei progetti non contribuisce a rinsaldare la fiducia dei giovani nelle istituzioni- sottolinea Morreale - il Servizio Civile è un’esperienza arricchente, e ritengo necessario che queste lacune emergano per evitare che si ripetano in futuro. Anche qualora, come questa O.S. si augura, la situazione si sbloccasse in questi giorni con la presentazione dei relativi progetti, non si può eliminare il disagio causato ai giovani che hanno riposto fiducia in questo programma e agli stessi Enti di Servizio Civile. Sono quindi convinto – conclude il Dirigente Sindacale Andrea Morreale della UIL TEMP - che dare termini e risposte chiare ai giovani che hanno deciso di aderire a questo programma debba essere parte integrante e imprescindibile di una misura realmente volta ad offrire loro delle opportunità, in una fase della vita in cui è importante progettare il proprio futuro e in cui regna oggi l’incertezza. Chiedo alle istituzioni una maggiore lungimiranza e puntualità nella presentazione e programmazione di queste attività e nelle comunicazioni che vengono date ai giovani”.

Mafia e droga nel Nisseno, si costituisce uno degli irreperibili dell'operazione "Malleus"
News Successiva
Ex Provincia, gli impiegati pensano di occupare il Palazzo. Sindacati in allerta, lunedì Crocetta a Caltanissetta

Ti potrebbero interessare

Commenti

Garanzia giovani. Morreale (Uil): “Gli enti pubblici snobbano il progetto che offre occupazione”

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852