ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Erbacce e rischio roghi a Caltanissetta, proposta dei Comitati di quartiere: "Il Comune utilizzi gli operai Esa per la bonifica"
Cronaca
visite178

Erbacce e rischio roghi a Caltanissetta, proposta dei Comitati di quartiere: "Il Comune utilizzi gli operai Esa per la bonifica"

Ma il Comune di Caltanissetta vigilerà e farà rispettare l'ordinanza per la rimozione delle erbacce nelle aree di sua proprietà, prevenendo così gli i...

Redazione
15 Maggio 2015 10:54

Ma il Comune di Caltanissetta vigilerà e farà rispettare l'ordinanza per la rimozione delle erbacce nelle aree di sua proprietà, prevenendo così gli incendi? Domanda legittima e a porsela è il Coordinamento dei Comitati di quartiere, rappresentato da Carmelo Bosco, Fabio Mocciaro e Vittorio Gallo che hanno scritto al sindaco Giovanni Ruvolo, all'assessore all'Ambiente Amedeo Falci e all'ufficio tecnico comunale, invitando l'Amministrazione comunale ad intervenire in vista dell'estate quando i roghi di sterpaglie saranno all'ordine del giorno. Nella lettera, i tre esponenti dei comitati di quartiere, in riferimento alla ordinanza che il sindaco dovrà emettere sulla materia, si chiedono "se il rispetto di tale ordinanza riguarderà solamente i privati o anche le aree di pertinenza comunale e quindi pubblica. Si fa presente che all’interno delle aree comunali esistono zone ricadenti nel territorio urbano (strade, marciapiedi, aiuole) e zone periferiche, o comunque non urbanizzate, dove il pericolo è maggiore sia a causa dell’elevata estensione superficiale sia perché queste zone vengono di solito lasciate in un inevitabile stato di abbandono", scrivono Mocciaro, Bosco e Gallo. "Si capisce che l’aumento delle temperature è stato del tutto repentino e probabilmente imprevedibile;non si giustifica tuttavia il mancato decespugliamento nei mesi opportuni, ovvero marzo e aprile - è la critica mossa alla Giunta Ruvolo dal coordinamento dei comitati di quartiere -. Pertanto ad oggi ha più senso parlare di un taglio di sterpaglie, o di sostanze secche, piuttosto che di erbe spontanee verdi. Considerato il ritardo degli interventi di manutenzione del “verde”, pur rispettando il ruolo decisionale dell’Amministrazione, pur comprendendo le difficoltà economico-finanziarie in cui versano le casse comunali e le numerosi difficoltà a cui il Sindaco e la Sua Giunta devono far fronte, ci permettiamo, per l’ennesima volta, di proporre una concreta ed immediata soluzione che permetterebbe di tamponare il rischio di eventuali incendi con un costo irrisorio per la collettività". Per il coordinamento dei comitati di quartiere nell'operazione di bonifica degli spazi comunali la normativa consente di utilizzare personale assunto per svolgere questi interventi dall’Ente di Sviluppo Agricolo (ESA) della Regione Sicilia. "In tal caso l’unico costo a carico del Comune sarebbe costituito esclusivamente dal carburante per i mezzi utilizzati - suggeriscono Gallo, Mocciaro e Bosco .- Tra l’altro già altri Comuni come Gela, Vallelunga, Marianopoli, Montedoro, Mussomeli e l’IRSAP di Caltanissetta ne hanno usufruito nell’anno precedente, stipulando una semplice ed apposita convenzione prima con l’ESA e poi con l’ATO di riferimento con lo scopo di ritirare e smaltire il materiale di risulta da trattare come rifiuto speciale. Considerata la delicatezza e l’urgenza del problema - concludono i tre rappresentanti dei quartieri nella lettera inviata al comune - non si comprende per quale motivo non possa essere adottata opportuna convenzione con l’Ente regionale dal Comune di Caltanissetta".

Crolla soffitto al Liceo "Manzoni-Juvara" di Caltanissetta. Sindacati critici: "Provincia senza soldi, urge monitoraggio delle scuole"
News Successiva
Caltanissetta, blitz della Squadra Mobile in centro storico. Fuggi fuggi di immigrati, sequestrate dosi di droga

Ti potrebbero interessare

Commenti

Erbacce e rischio roghi a Caltanissetta, proposta dei Comitati di quartiere: "Il Comune utilizzi gli operai Esa per la bonifica"

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852