ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Da carabiniere a carcerato. L'odissea giudiziaria del maresciallo di Caltanissetta a "Le Iene"
Cronaca
visite678

Da carabiniere a carcerato. L'odissea giudiziaria del maresciallo di Caltanissetta a "Le Iene"

Una storia di malagiustizia quella che stasera è stata raccontata a "Le Iene" da Gaetano Pecoraro, che ha intervistato il maresciallo aiutante dei car...

Redazione
28 Aprile 2016 21:08

Una storia di malagiustizia quella che stasera è stata raccontata a "Le Iene" da Gaetano Pecoraro, che ha intervistato il maresciallo aiutante dei carabinieri Giuseppe Sillitti - originario di Caltanissetta e attualmente comandante della Stazione di Apricena, in provincia di Foggia - arrestato tre anni fa con i colleghi Luigi Glori, Michele Falco e Giovanni Aidone, perché sospettati di essere collusi con i clan Cenicola-Riggi di Lucera, nel Foggiano, depistando le indagini in loro favore. Sillitti, che all'epoca prestava servizio a Lucera, aveva trascorso venti giorni nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere - sette dei quali in isolamento - prima di essere scarcerato dal Tribunale del Riesame. Provvedimento poi confermato dalla Cassazione. E dal processo, tutti gli imputati sono usciti tutti innocenti dopo che la Corte d'Assise di Foggia ha smontato l'intero impianto accusatorio, evidenziando anche una condotta investigativa "poco ortodossa" da parte del sostituto procuratore Alessio Marangelli, all'epoca in servizio alla Procura di Lucera in veste di titolare del dossier "Reset". Nel servizio andato in onda su Italia Uno (qui il link http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/pecoraro-da-carabiniere-a-carcerato_614204.html), il sottufficiale dell'Arma nisseno ha raccontato i retroscena della sua odissea giudiziaria e i conflitti con l'allora pm Marangelli, che Sillitti ha controdenunciato dopo essere stato assolto da tutte le accuse insieme ai suoi commilitoni. Un caso che ebbe una eco in tutta Italia, finita anche in Parlamento a seguito di alcune interrogazioni avanzate sulla condotta del magistrato e sull'inchiesta conclusasi in una bolla di sapone.

Donna accerchiata da randagi a Caltanissetta. Ritorna la paura dei branchi a spasso
News Successiva
"Ombre" sui consiglieri, Leyla Montagnino scrive a Musumeci: "L'Antimafia mi convochi presto"

Ti potrebbero interessare

Commenti

Da carabiniere a carcerato. L'odissea giudiziaria del maresciallo di Caltanissetta a "Le Iene"

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852