ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
"Conservatori abbandonati dallo Stato". L'Istituto musicale di Caltanissetta aderisce alla protesta del 13 febbraio
Cronaca
visite185

"Conservatori abbandonati dallo Stato". L'Istituto musicale di Caltanissetta aderisce alla protesta del 13 febbraio

Il mondo della formazione accademica musicale “scende in campo” e fa fronte comune per chiedere il riconoscimento del valore sociale e culturale dell’...

Redazione
08 Febbraio 2016 16:23

Il mondo della formazione accademica musicale “scende in campo” e fa fronte comune per chiedere il riconoscimento del valore sociale e culturale dell’Alta Formazione Artistico Musicale nel nostro Paese. I 54 Conservatori di Musica statali e i 19 non statali - tra cui anche a Caltanissetta - hanno indetto per sabato 13 febbraio una “Giornata nazionale dell’alta formazione”, organizzando per quella giornata e, a seguire, per tutto il mese di febbraio concerti e momenti di riflessione e sensibilizzazione sullo stato dell’AFAM (il sistema nazionale dell’Alta Formazione Artistica e Musicale, costituito da Conservatori, Accademie e Istituti superiori di industrie artistiche). Anche a Caltanissetta si svolgerà la giornata di protesta all'istituto musicale "Vincenzo Bellini" come rende noto il direttore Angelo Licalsi. La giornata di protesta e di proposta è stata decisa dall’assemblea congiunta dalle Conferenze nazionali dei Presidenti, dei Direttori e dei Presidenti delle Consulte degli studenti dei Conservatori statali e non statali che nei giorni scorsi si è riunita a Roma nella sede del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca. Per l’occasione in tutti gli istituti musicali del territorio nazionale si terranno iniziative, concerti, performance e attività musicali. Per la prima volta insieme presidenti, direttori e studenti dei Conservatori statali e non statali italiani hanno votato all’unanimità una mozione per chiedere maggiore attenzione verso il sistema AFAM, per garantire ai giovani e al Paese la necessaria qualità formativa e per realizzare un ulteriore sviluppo del sistema. Nel testo, licenziato dall’assemblea congiunta, viene sollecitata la completa attuazione della riforma del sistema di alta formazione artistico-musicale, attesa ormai da oltre 16 anni (la legge di riforma del settore del 1999 è ancora in itinere), e vengono richiesti in particolare, entro il 2016, un nuovo sistema di reclutamento, l’ordinamento di tutti i corsi di studio, la statalizzazione degli istituti musicali, l’incremento delle risorse.

Spaccio di droga, giovane nisseno resta ai domiciliari. "L'hashish? Per uso personale, l'ho preso da un africano"
News Successiva
Recapito postale a Caltanissetta, denuncia di Puzzanghera (Uil): "Sulla qualità del servizio urge verifica interna"

Ti potrebbero interessare

Commenti

"Conservatori abbandonati dallo Stato". L'Istituto musicale di Caltanissetta aderisce alla protesta del 13 febbraio

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852