ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Confindustria, l'attacco di Montante alla classe politica: "Basta scontri, si rimbocchi le maniche"
Cronaca
visite187

Confindustria, l'attacco di Montante alla classe politica: "Basta scontri, si rimbocchi le maniche"

"Non è possibile assistere in un momento come questo, a scontri politici, a ripicche, a giochi di potere. C'è un tempo per tutto. Questo è il momento ...

Redazione
28 Novembre 2015 16:54

"Non è possibile assistere in un momento come questo, a scontri politici, a ripicche, a giochi di potere. C'è un tempo per tutto. Questo è il momento di rimboccarsi le maniche e lavorare". Lo ha detto il presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante, nel suo intervento alla cerimonia per il conferimento del premio dedicato a Mimi' La Cavera, a Palermo. "Ridiamo luce al tessuto economico di quest'isola fatto di piccole e medie imprese - ha aggiunto Montante -. Trasformiamo la Sicilia da terra di consumo a terra di produzione". "Oggi la classe politica è miope", ha sottolineato Montante. "Io - ha aggiunto - parlo a tutta la classe politica, perchè non è un problema solo di Governo ma anche un problema di Parlamento, di classe dirigente. Vorrei parlare alla classe dirigente politica e a quella imprenditoriale: oggi non è il momento delle divisioni". "Bisogna stabilire delle priorità, comprendere i problemi e mettere al centro l'impresa - ha sottolineato Montante -, per fare questo ci vuole la volontà politica". "Un governo che voglia davvero puntare allo sviluppo dovrebbe almeno una volta al mese confrontarsi con i principali investitori per avere chiaro il quadro congiunturale e capire le difficoltà reali che le imprese trovano", ha detto. "La grande differenza - ha aggiunto - la potrà fare la capacità della classe dirigente politica e imprenditoriale di questa Regione di guardare al futuro con la stessa visione strategica e con la stessa passione di Mimi' e dei suoi compagni di viaggio. Noi continuiamo a sperarci e a lavorarci. La Sicilia non ha bisogno di miracoli. Serve lavoro, intelligenza e iniziativa", ha sottolineato Montante che, nel corso del suo intervento, ha fatto riferimento alla necessità di una visione per il futuro della Sicilia: "Come vogliamo che sia questa terra tra cinque o dieci anni? Un'isola capace di sostenersi e produrre ricchezza o un deserto capace di far germogliare solo clientela? Se la visione coincide con lo sviluppo allora è necessario definire le aree di industrializzazione, i settori sui quali investire dall'agroindustria al turismo e beni culturali, dall'energia ai servizi, dalle infrastrutture all'Ict. Insomma, l'industria 4.0".

Il "trasloco" di Ingegneria Elettrica, altolà dalla quinta Commissione: "No al cambio di sede ma più servizi"
News Successiva
La voragine di piazza Pirandello, cauti i tecnici: "Problema risolto entro 8-10 giorni"

Ti potrebbero interessare

Commenti

Confindustria, l'attacco di Montante alla classe politica: "Basta scontri, si rimbocchi le maniche"

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852