ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Caporalato e lavoro nero nel Nisseno, campagna Cgil "Tenda Rossa". Il 20 maggio focus su sfruttamento
Cronaca
visite195

Caporalato e lavoro nero nel Nisseno, campagna Cgil "Tenda Rossa". Il 20 maggio focus su sfruttamento

La Tenda Rossa è il simbolo della campagna #cimettiamoletende promossa in tutta Italia dalla Federazione Lavoratori AgroIndustria della Cgil. L’inizi...

Redazione
17 Maggio 2016 09:43

La Tenda Rossa è il simbolo della campagna #cimettiamoletende promossa in tutta Italia dalla Federazione Lavoratori AgroIndustria della Cgil. L’iniziativa, partita da Roma il 13 aprile, farà tappa nella provincia di Caltanissetta il 20 maggio a Gela. Con questa iniziativa si rilancia e si ribadisce “la volontà del nostro sindacato di uscire dagli uffici e dalle sedi, come già facciamo con il Sindacato di strada, per andare ad incontrare lavoratrici e lavoratori ed essere a disposizione per chiunque ha bisogno di tutele e chiede rispetto dei diritti. La tenda significa casa e accoglienza, una casa comune, le tende rosse saranno una nuova casa del popolo per chi sente la voglia e il bisogno di confrontarsi, di far uscire dall’invisibilità i problemi, di chi vuole stare con la Cgil per trovare sostegno e risposte. La Flai mette le tende là dove ci sono problemi che riguardano il lavoro, il territorio, la tutela della salute e dell’ambiente, in quei territori mettiamo tende e radici. Così le nostre tende rimarranno aperte finché non riusciremo ad ottenere una legge giusta ed efficace contro il caporalato, il lavoro nero, lo sfruttamento. Ci mettiamo le tende per affrontare la questione delle pensioni, dei rinnovi e del rispetto dei contratti. Anche con la tenda affronteremo le grandi vertenze della nostra categoria, come quella dei lavoratori e delle lavoratrici del comparto forestale, dei Consorzi di bonifica, dell’Esa e dell’Aras e li affronteremo nella città del Presidente della Regione Rosario Crocetta.” In Piazza Umberto I°, alle ore 17, si terrà il convegno dal titolo “Agroalimentare di qualità nella Piana di Gela, dal lavoro nero al lavoro vero! Idee e proposte a confronto” L’elevata qualità dei prodotti agricoli siciliani ed in particolar modo dei prodotti agricoli della nostra provincia non sempre corrispondono a standard di qualità del lavoro. Si assiste sempre di più allo sfruttamento dei lavoratori, in particolar modo lavoratori stranieri extracomunitari e comunitari che vedono i loro diritti calpestati ogni giorno; oggi nel settore agricolo l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro è affidata ai caporali, cioè attraverso forme di intermediazioni illecita che producono sfruttamento, lavoro nero, evasione, negazione dei diritti e delle tutele. A questa situazione la Flai risponde rilanciando una serie di proposte in base alle quali l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro debba avvenire in un luogo pubblico, attraverso criteri di trasparenza e legalità, con un coinvolgimento di tutti i soggetti preposti. Alla tenda rossa sarà anche possibile firmare a sostegno della legge di iniziativa popolare sulla Carta dei diritti universali del lavoro e per i tre quesiti referendari sull’abolizione dei voucher, l’abrogazione delle norme che limitano la responsabilità solidale negli appalti e l’abrogazione delle norme che limitano le sanzioni e il reintegro in caso di licenziamenti illegittimi.

Multe con autovelox, la Cassazione: impugnabili se taratura dell'apparecchio non è periodica
News Successiva
A Caltanissetta una consulta per i migranti. Il MoVi promuove intesa con l'organismo di Palermo

Ti potrebbero interessare

Commenti

Caporalato e lavoro nero nel Nisseno, campagna Cgil "Tenda Rossa". Il 20 maggio focus su sfruttamento

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852