ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Caltanissetta. Multa aumentata di 93 euro, il giudice dà ragione al Movimento Consumatori: cartella esattoriale annullata
Cronaca
visite165

Caltanissetta. Multa aumentata di 93 euro, il giudice dà ragione al Movimento Consumatori: cartella esattoriale annullata

Non possono essere applicati aumenti alle multe per le violazioni al Codice della Strada, se non quelle fissate dallo stesso codice. Un caso giudiziar...

Redazione
24 Maggio 2015 18:48

Non possono essere applicati aumenti alle multe per le violazioni al Codice della Strada, se non quelle fissate dallo stesso codice. Un caso giudiziario portato a galla dal Movimento Consumatori che ha ottenuto un’importante vittoria a difesa dei consumatori, ottenendo l’annullamento di una cartella esattoriale emessa dall’Agente della Riscossione per la provincia di Caltanissetta contenente delle maggiorazioni illegittimamente applicate. In particolare, nella cartella oggetto di impugnazione, veniva riscontrata la sussistenza della maggiorazione. Questa cartella portava in esecuzione una sanzione al Codice della strada. Cioè quanto dovuto nella cartella risultava aumentato di oltre 93,00 euro. L'episodio è accaduto ad un associato del Movimento Consumatori. L'uomo ha ricevuto una cartella esattoriale per una presunta contravvenzione al codice della strada accertata dalla Polizia Municipale di Caltanissetta. La cartella, del valore di 278,00 euro veniva impugnata dallo staff legale di Movimento Consumatori, il quale chiedeva che venisse accertata l’illegittimità della maggiorazione suaccennata. E in tal senso, con sentenza del 25 marzo scorso veniva dichiarata dal Giudice di Pace di Caltanissetta, l’illegittimità della maggiorazione prevista, inserita in una cartella esattoriale con cui si contestava una violazione del codice della strada. In particolare, l’ente impositore e il Comune di Caltanissetta, ritenevano che anche nei confronti di cartelle di pagamento che portassero in pagamento sanzioni previste dal codice della strada, si potesse applicare la maggiorazione, la quale prevedeva che in caso di ritardo nel pagamento, la somma dovuta dovesse venire maggiorata di un decimo per ogni semestre a decorrere da quello in cui la sanzione fosse divenuta esigibile e fino a quello in cui il ruolo fosse stato trasmesso all'esattore. Viceversa, il Movimento Consumatori ha chiesto al Giudice di Pace di accertare l’illegittimità di questa applicazione, ritenendo non legittimo sommare alle sanzioni già previste dal codice della strada (con relative maggiorazioni per il mancato pagamento della multa nei tempi previsti), altre sanzioni. "E’ evidente, infatti, che tale maggiorazione se applicata anche alle contravvenzioni previste dal codice della strada, avrebbe finito per sommarsi alle maggiorazioni e sanzioni già previste dallo stesso codice della strada in caso di mancato o ritardato pagamento delle sanzioni previste - dicono i responsabili dell'associazione -. La sentenza del Giudice di Pace di Caltanissetta ha accolto in pieno le argomentazioni del legale di Movimento Consumatori, annullando la cartella esattoriale impugnata. Invitiamo tutti i consumatori che dovessero ravvisare la sussistenza di detta maggiorazione nelle proprie cartelle a rivolgersi ai nostri sportelli".

Phishing, solo il 3% riconosce le mail pericolose. Così gli hacker rubano identità e frugano nei conti bancari
News Successiva
Il raid nel centro storico di Caltanissetta. Vandali ripresi dalle telecamere di banche e negozi: indagini serrate

Ti potrebbero interessare

Commenti

Caltanissetta. Multa aumentata di 93 euro, il giudice dà ragione al Movimento Consumatori: cartella esattoriale annullata

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852