Seguo News
A+
A
A-
Arrestati a San Cataldo i predatori del rame. Romeni tentano furto sulla linea ferroviaria
Cronaca
Visite2

Arrestati a San Cataldo i predatori del rame. Romeni tentano furto sulla linea ferroviaria

Continua a fare gola il rame ai ladri. Stanotte, alla stazione ferroviaria di San Cataldo, sono stati arrestati due romeni di 19 anni residenti a Cani...

Redazione
16 Marzo 2016 11:28

Continua a fare gola il rame ai ladri. Stanotte, alla stazione ferroviaria di San Cataldo, sono stati arrestati due romeni di 19 anni residenti a Canicattì, Vasile Valentin Suvac e Daniel Ghirasam, bloccati durante un raid dai carabinieri della Tenenza di San Cataldo e dell’aliquota Radiomobile di Caltanissetta, che li hanno arrestati per furto aggravato in concorso. Era l'una di notte, i carabinieri in borghese si sono accorti che i due predatori dell'oro rosso stavano accatastando cavi di rame precedentemente recisi lungo i binari della Stazione ferroviaria di San Cataldo. I due ladri di rame, dopo essersi accorti dei carabinieri, hanno tentato di fuggire nelle campagne del circondario ma sono inseguiti, bloccati e ammanettati. Gli investigatori dell'Arma sono riusciti a recuperare l'intera refurtiva, decine di cavi di rame già tagliati e accatastati. Materiale che è stato riconsegnato ai responsabili delle Ferrovie dello Stato. In queste ore è in corso di quantificazione i danni arrecati alla linea ferroviaria. LA Procura di Caltanissetta ha disposto gli arresti domiciliari a Canicattì per Vasile Valentin Suvac e Daniel Ghirasam, uno dei quali ha confessato il furto. Entrambi sono difesi dall'avvocato Giorgio Profeta.

Attentati di Bruxelles, operaio di San Cataldo tra i primi soccorritori. "Odore di bruciato e quella bimba ustionata..."
News Successiva
Degenti al freddo all'Hospice di San Cataldo. I familiari: "Scotch alle finestre per coprire gli spifferi"

Ti potrebbero interessare

Commenti

Arrestati a San Cataldo i predatori del rame. Romeni tentano furto sulla linea ferroviaria

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013. Direttore responsabile: Rita Cinardi.