ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
A Caltanissetta scordiamoci le rotatorie-fontane, l'assessore vuole coprirle. Quando la manutenzione diventa teoria utopica
Cronaca
visite90

A Caltanissetta scordiamoci le rotatorie-fontane, l'assessore vuole coprirle. Quando la manutenzione diventa teoria utopica

L'assessore Amedeo Falci D'ora in avanti gli zampilli d'acqua saranno a rischio estinzione a Caltanissetta. La notizia sta facendo il giro della cit...

Redazione
18 Agosto 2015 10:10

L'assessore Amedeo Falci D'ora in avanti gli zampilli d'acqua saranno a rischio estinzione a Caltanissetta. La notizia sta facendo il giro della città, suscitando lo sdegno tra le comunità idriche del territorio che minacciano sit-in di protesta davanti al Municipio e di dar fuoco alle bollette inviate da Caltaqua se gli spruzzi non torneranno a volteggiare in aria. Un pizzico di ironia per commentare la notizia che arriva da Palazzo del Carmine, da dove l'assessore comunale ai Lavori pubblici Amedeo Falci ha lanciato l'anatema contro le rotatorie di viale Regina Margherita e via Ferdinando I che regalavano un colpo d'occhio - quando erano funzionanti, si capisce - al decoro urbano perchè pensate anche come fontane che zampillavano acqua. Trovato il problema, ecco la soluzione. Drastica. Magari troppo. Non fuoriesce più acqua, quindi le copriamo perché qualcuno col tempo le ha trasformate in discariche, gettandovi rifiuti di ogni genere. Il problema è che la manutenzione è un affare utopico dalle parti dell'ufficio tecnico del Comune di Caltanissetta e quindi se una fontana ha un guasto nell'impianto di ricircolo dell'acqua, che si fa? Si ripara? Giammai, si lascia perennemente a secco perchè così vuole una incomprensibile e oscura volontà tecnocratica, anche se qualcosa va storto nella complessa macchina comunale è obbligo di un amministratore dare l'input ai sottoposti affinchè tutto funzioni. La fontana di piazza Capuana a secco, altro scandalo Sulle colonne di oggi de La Sicilia, l'assessore della Giunta Ruvolo dice testualmente "che non appena le rimettiamo in funzione, subito si scatena la corsa a buttare nel loro interno bottiglie di plastica, c'è pure chi si diverte a rompere i meccanismi per il funzionamento degli zampilli". Bugia. All'assessore Falci ricordiamo che molto prima del suo insediamento nell'Amministrazione Ruvolo - e quindi siamo sotto la legislatura Campisi che le ha volute, realizzate e abbandonate - le due rotatorie-fontane non hanno più zampillato già alcuni mesi dopo le rispettive inaugurazioni come più volte denunciato sia agli amministratori dell'epoca che a quelli attuali. Ci sono stati atti di vandalismo contro le rotatorie? Quando si sono verificati? A quanto ammonta il danno causato dai teppisti alle casse comunali? L'assessore, o il funzionario dell'ufficio tecnico addetto (?) alla manutenzione, hanno denunciato questi episodi alle forze dell'ordine? Se è vero, come è vero, che i nisseni gettano all'interno delle rotatorie i rifiuti, riteniamo che la soluzione non sia quella di otturare le rotatorie per collocarvi - come ha suggerito Falci - "carrelli e altri attrezzi dell'ex miniere di zolfo", ma far sì che le fontane continuino a zampillare acqua, regalando anche un piacevole spettacolo agli occhi di chi passa come accade in altre città e paesi d'Italia dove le fontane - anche se sotto forma di rotatoria - sono un elemento d'arredo principale e spesso di attrazione istantanea per cittadini, turisti e occasionali visitatori. Se passasse questa teoria - siccome ci sono i rifiuti e non siamo in grado di far pulire periodicamente le fontane, ergo copriamo - immaginiamo che da domani in poi l'Amministrazione del sindaco Ruvolo passi al setaccio le aiuole e le aree verdi di tutte le città invase da erbacce, rifiuti di ogni tipologia e pericolosità (a proposito, qualcuno impari dai grilini armati di ramazza in giro per i quartieri!) versando una colata di cemento affinché tutto il degrado visibile venga sotterrato e diventi invisibile. Quelo interpretato da Guzzanti E poi, ci domandiamo: ma la tanto decantata videosorveglianza che presto dovrebbe partire dopo l'installazione delle telecamere, non dovrebbe essere utile per identificare la flotta di sporcaccioni che imbratta Caltanissetta, rotatorie comprese? E' davvero facile e ottimale la soluzione di mettere un "tappo" alle rotatorie-fontane, oppure è difficile ed estremamente imbarazzante - per chi governa - allargare le braccia e confessare ai governanti con estrema onestà intellettuale: "Scusate, siamo incapaci di far uscire quattro gocce d'acqua da una fontana"?. La seconda che hai detto, avrebbe risposto Quelo, il mitico profeta creato dal comico Corrado Guzzanti.

Sicilia a picco, per Pif meglio abolire l'autonomia. "Abbiamo fallito, non ci meritiamo più nulla"
News Successiva
Allarme caro libri, a Caltanissetta è già corsa all’usato. Una famiglia spenderà mille euro per studente

Ti potrebbero interessare

Commenti

A Caltanissetta scordiamoci le rotatorie-fontane, l'assessore vuole coprirle. Quando la manutenzione diventa teoria utopica

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
Adriano Rabiolo Fisioterapista Caltanissetta