ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Coronavirus, ieri sera sbarco di massa in Sicilia. L'ira di Musumeci: "Il Governo nazionale intervenga"
Cronaca
visite4749

Coronavirus, ieri sera sbarco di massa in Sicilia. L'ira di Musumeci: "Il Governo nazionale intervenga"

Le limitazioni agli spostamenti riguardano anche lo Stretto, come ha chiarito lo stesso Musumeci in un altro post pochi minuti dopo: "Possono passare, alla luce del provvedimento nazionale, SOLO i pendolari che svolgono servizio pubblico, come sanitari, forze armate e di polizia"

Redazione
23 Marzo 2020 10:18

Nonostante i decreti e i divieti e nonostante il numero di casi in aumento in Sicilia, soprattutto a Messina, il controesodo non si ferma. Ieri sera sbarco di massa dalla Calabria nell'ultima corsa domenicale sullo Stretto. Un fenomeno accaduto proprio poco dopo la nuova stretta del governo contro il coronavirus che vieta gli spostamenti da un comune a un altro.Il presidente della Regione Nello Musumeci ha subito lanciato l'allarme su Facebook: “Mi segnalano appena adesso che a Messina stanno sbarcando dalla Calabria molte persone non autorizzate. Non è possibile e non accetto che questo accada. Ho chiesto al prefetto di intervenire immediatamente. C’è un decreto del ministro delle Infrastrutture e del ministro della Salute che lo impedisce. Pretendo che quell’ordine venga rispettato e che vengano effettuati maggiori controlli alla partenza. Il governo nazionale intervenga perché noi siciliani non siamo carne da macello!”.
Le limitazioni agli spostamenti riguardano anche lo Stretto, come ha chiarito lo stesso Musumeci in un altro post pochi minuti dopo: "Possono passare, alla luce del provvedimento nazionale, SOLO i pendolari che svolgono servizio pubblico, come sanitari, forze armate e di polizia. BASTA. Stiamo facendo sacrifici enormi e bisogna dare certezze a tutti i cittadini che questa fase è seguita con impegno".
Poi assicura di aver avuto conferma dalla prefettura di Messina che saranno ulteriormente intensificati i controlli sullo Stretto. Nell'ultimo decreto di Conte è specificato che è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in un comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. (GDS.IT)

Coronavirus. A Caltanissetta ancora troppa gente fuori: 89 denunciati nella sola giornata di ieri
News Successiva
Coronavirus. Quattro morti nell'agrigentino, deceduto al "Gravina" di Caltagirone un 77enne di Sciacca
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Coronavirus, ieri sera sbarco di massa in Sicilia. L'ira di Musumeci: "Il Governo nazionale intervenga"

Calogero

Egregio presidente musumeci le faccio i miei piu complimenti per il suo lavoro costante che tenta il tutto e per tutto il moltiplicarsi della epidemia ma secondo lei sarebbe ora di fare ritornare indietro tutti quelli che vogliono sbarcare in sicilia e mantenere le leggi da lei e conte impartite io da cittadino semplice penso che in questo modo noi avremo una sicilia piena di epidemia perche come dice lei nn siamo carne da macello o di discarica

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta