ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Castiglione trionfa al 7 Slalom  della città di Castelbuono
Sport
visite511

Castiglione trionfa al 7 Slalom della città di Castelbuono

Se non ci fossero loro, a nobilitare con estrema ’furia agonistica” ogni slalom disputato in questo periodo della stagione sul territorio siciliano, b...

Redazione
06 Luglio 2015 07:57

Se non ci fossero loro, a nobilitare con estrema “furia agonistica” ogni slalom disputato in questo periodo della stagione sul territorio siciliano, bisognerebbe probabilmente darsi da fare per inventarli. Di sana pianta. Non è che gli avversari di Giuseppe Castiglione e Giuseppe Gulotta contino meno da un punto di vista prettamente sportivo, tutt’altro, tuttavia i due giovani talenti isolani, entrambi ‘figli d’arte’, quasi coetanei, perfino ex compagni di scuola ed originari ambedue di Buseto Palizzolo, ridente paesino a prevalenza agricola del Trapanese, sono da considerarsi certamente i due piloti più in forma del panorama slalomistico regionale e non solo. Il personalissimo “derby” ingaggiato tra i due nel corso delle ultime sfide tra i birilli in Sicilia, contesa approdata ora sulle Madonie, ha visto questa volta prevalere (manco a dirlo in volata) Giuseppe Castiglione e la sua piccola ma scattante Ghipard spinta da un propulsore Suzuki di appena 1.0 c.c. di cilindrata. Sono loro gli “imperatori”, al culmine del 7° Slalom Città di Castelbuono. Castiglione, al quinto successo stagionale, va così ad iscrivere per la seconda volta consecutiva il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione, dopo la vittoria targata 2014. Nulla da fare per un batter di ciglia per un comunque sorridente Giuseppe Gulotta, nell’occasione solo “piazzato” ad appena 46 centesimi di secondo dal rivale, al culmine di tre salite incredibili ma in evidente debito di pneumatici in Gara uno, sessione dove è stato costretto a rincorrere in maniera particolare il futuro vincitore dello slalom, con la sua Radical SR4 Suzuki della Jonia Corse Giarre ed assemblata nella “factory” Reina Motors. Si tratta del medesimo risultato conseguito da Castiglione e Gulotta (sebbene a parti invertite) in occasione del recente Slalom Sciacca Terme di due settimane addietro, dove era stato il secondo ad imporsi. Inutile, almeno a Castelbuono, la veemente rimonta di Giuseppe Gulotta (che aveva nel frattempo montato gomme più “fresche” sulla sua Radical) in Gara due ed in Gara tre, con un “gap” ridotto comunque sino a 46 centesimi di secondo dal gradino più alto del podio come già riferito (155,03 “punti-secondi” per Gulotta, 154,57 per Castiglione). Grazie al successo conquistato con merito a Castelbuono al netto delle tre salite cronometrate Giuseppe Castiglione va pertanto a rafforzare la propria leadership provvisoria in vetta al Campionato siciliano Aci Sport Slalom 2015, al culmine delle sei prove sin qui disputate. A balzare sul terzo gradino del podio al 7° Slalom Città di Castelbuono ci ha pensato ancora una volta il veterano Nicolò Incammisa, ennesimo pilota del Trapanese (sebbene originario di Custonaci), sempre veloce, “pulito” e regolare nell’abitacolo della sua Radical SR4 Suzuki della Catania Corse, a sua volta staccato di 8”29 dalla vetta, in 162,86 “punti-secondi”. Anche in questa occasione non si poteva chiedere di più all’esperto Incammisa. Una sfida sportiva avvincente ed incerta sino all’ultimo metro ha quindi nobilitato la settima edizione dello Slalom di Castelbuono (kermesse che mira senza mezzi termini al conseguimento della prestigiosa e sospirata validità per il Campionato italiano della specialità per il 2016, da parte di Aci Sport), competizione confermata altresì per il 2015 nel ruolo di Riserva del Campionato italiano Slalom e prova valevole per il Trofeo d’Italia “centro sud”, per la Coppa Aci Sport sesta zona di specialità (la “vecchia” Coppa Csai) e per il citato Campionato siciliano Aci Sport Slalom. La classifica: 1) Giuseppe Castiglione (Ghipard Suzuki), in 154,57 ”punti-secondi” 2) Giuseppe Gulotta (Radical SR4 Evo Suzuki), in 155,03 3) Nicolò Incammisa (Radical SR4 Suzuki), in 162,86 4) Vincenzo Pellegrino (idem), in 166,09 5) Dino Blunda (Speads RM 08 Suzuki), in 167,70 6) Girolamo Ingardia (su Fiat Cinquecento Suzuki), in 169,07 7) Rosario Prestianni (Vst Kawasaki), in 169,92 8) Sebastiano Cusmano (Peugeot 205 Rallye), in 177,06 9) Angelo Guzzetta (Peugeot 106 Gti 16v), in 177,09 10) Giuseppe Raineri (Fiat 127 Sport), in 177,59 11) Gianvito Coppola (Peugeot 106 Gti 16v), in 178,98 12) Maurizio Anzalone (Renault Clio Rs K), in 179,08 13) Ninni Rotolo (Gloria C8P Suzuki), in 179,53 14) Alfredo Giamboi (Fiat X1/9), in 180,49 15) Pietro Peralta (Fiat Uno Turbo i.e.), in 181,07

Caltaqua tra i partner del Kalat Basketball Camp
News Successiva
Rally di Caltanissetta, poche critiche ma tanto successo di pubblico. Mirabile e Calderone i campioni della 13° edizione
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Castiglione trionfa al 7 Slalom della città di Castelbuono
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta