ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Caltanissetta, nel cortile della caserma "Guccione" andrà in scena "Fra le sue mani: in ricordo di Paolo Borsellino"
Eventi
visite1424

Caltanissetta, nel cortile della caserma "Guccione" andrà in scena "Fra le sue mani: in ricordo di Paolo Borsellino"

L'iniziativa viene promossa per commemorare il 28esimo anniversario di quel tragico 19 Luglio

Redazione
18 Luglio 2020 09:17

“Fra le sue mani: in ricordo di Paolo Borsellino”. Questo il titolo del racconto scritto e diretto da Roberto Greco, che andrà in scena Lunedì 20 Luglio alle ore 18:30 a Caltanissetta. Teatro della rappresentazione, per la circostanza, il cortile della Caserma “Guccione” sede del Comando Provinciale Carabinieri. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Nazionale Magistrati – Sezione Distrettuale di Caltanissetta, viene promossa per commemorare il 28esimo anniversario di quel tragico 19 Luglio quando, in via D’Amelio a Palermo, il Magistrato impegnato nella lotta alla mafia perse la vita in un vile attentato dinamitardo davanti casa della madre. Il racconto inizia qualche tempo prima, nel novembre 1991, ed entra nelle pieghe degli eventi e della memoria e, grazie all’utilizzo di suoni, musica e rumori, ripercorre la vita di Borsellino, le sue relazioni mentre la giostra della memoria gira riportando in primo piano i tragici anni che, a partire dal 1971 sino a quel 1992, hanno insanguinato Palermo e non solo. Lo spettacolo si sviluppa con un narratore sul palco. Ha con sé una valigia di vimini, come quelle che si usavano per andare a fare il pic-nic. Al suo interno sono contenuti diversi oggetti che, durante la narrazione, puntualizzeranno una situazione, un evento o, semplicemente, saranno spunto narrativo per la parte di storia narrata. Un libro, un disco, un pacchetto di sigarette, un macinapepe, un’agenda rossa. Il racconto si conclude quando, il 19 luglio alle 16:58, il tritolo esplode in via d’Amelio e la città è di nuovo paragonata a Beirut.L’autore, bolognese di nascita ma palermitano d’adozione, inizia a interessarsi di criminalità organizzata di stampo terroristico e di stampo mafioso dopo che la stazione ferroviaria della sua città di nascita, Bologna, il 2 agosto 1980 viene devastata dalla bomba che provocò 85 morti e 200 feriti. Oggi scrive per alcune testate giornalistiche e conduce quotidianamente un programma radiofonico in un’emittente palermitana occupandosi d’informazione e di musica. Nel tempo ha intervistato diversi autori che hanno realizzato libri riguardanti la criminalità organizzata di stampo mafioso e presentato diversi libri sul medesimo argomento.

Estate nissena, torna l'appuntamento con la rassegna "Voglia di teatro, accorciamo le distanze"
News Successiva
Regione e Dolce & Gabbana insieme per promuovere la Sicilia: al via il progetto "Cinema all'aperto"
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Caltanissetta, nel cortile della caserma "Guccione" andrà in scena "Fra le sue mani: in ricordo di Paolo Borsellino"
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta