ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Caltanissetta, inquilini con difficoltà economica a pagare il canone di affitto: ecco come poter accedere ai benefici
Attualita
visite1526

Caltanissetta, inquilini con difficoltà economica a pagare il canone di affitto: ecco come poter accedere ai benefici

Il numero delle mensilità del canone di locazione non pagate può essere al massimo pari a dodici mensilità

Redazione
12 Febbraio 2019 16:49

L’ assessore Campione, consapevole dell’ emergenza abitativa che vivono i nisseni, dopo aver proposto il bonus casa che consente di godere per un anno di un affitto a carico del comune  presenta il bando per i cittadini  in situazione di morosità incolpevole. Per morosità incolpevole si intende la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare a causa di: 
 
-perdita di lavoro per licenziamento;
 
-accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro;
 
-cassa integrazione ordinaria, straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;
 
-mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipico;
 
-cessazione di attività libero – professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente;
 
-malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.
 
I richiedenti, devono, inoltre, essere in possesso dei seguenti requisiti:
a)      residenza nel Comune di Caltanissetta;
b)      reddito I.S.E. non superiore ad €uro 18.000,00 o un reddito derivante da  regolare attività lavorativa con un valore I.S.E.E. non superiore ad €uro 7.000,00.
 Ai fini della determinazione dell’indicatore della situazione economica equivalente il nucleo familiare è composto dal richiedente medesimo, dai soggetti considerati a suo carico ai fini IRPEF e dai componenti la famiglia anagrafica ai sensi dell’art.4 del D.P.R. N°223/1989, vale a dire: un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio e non separate legalmente, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, che abitano e sono residenti nell’unità immobiliare oggetto del contratto di locazione. I richiedenti sono tenuti a dichiarare di aver beneficiato, nella dichiarazione IRPEF corrispondente, della detrazione spettante per il canone di locazione.
c)       destinatario di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida e di ricadere nella disciplina ordinaria prevista per le procedure esecutive di rilascio.
Costituisce criterio preferenziale per la concessione del contributo la presenza all'interno del nucleo familiare di almeno un componente che sia: ultrasettantenne, ovvero minore, ovvero con invalidità accertata per almeno al 74%, ovvero in carico ai servizi sociali o alle competenti aziende sanitarie locali per l'attuazione di un progetto assistenziale individuale.
L'importo di contributo, per la morosità incolpevole accertata, è concedibile nella misura massima di dodici mensilità non pagate, art.4 del DDG del 24/12/2018, alla data di presentazione della domanda e non può superare l'importo massimo di Euro 6.000,00
 
Il contributo per la “morosità incolpevole” viene erogato direttamente al proprietario previa dichiarazione:
 
-del numero delle mensilità del canone di locazione non pagate, sino ad un massimo di 12 mensilità;
 
-di stipulare, eventualmente, un nuovo contratto a canone concordato;
 
-di accettare, nel caso di nuovo contratto a canone concordato, il contributo in conto versamento deposito cauzionale;
 
-dell'obbligo di non attivare le procedure per il rilascio dell'alloggio almeno per i mesi corrispondenti al contributo percepito, sempre che l'inquilino sia in regola con il pagamento delle mensilità successive.
 
le istanze dovranno essere compilate, sotto forma di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà ai sensi del D.P.R. 445/2000, unicamente su modello predisposto dall’ufficio di Servizi Sociali, reperibile sul sito internet del Comune www.comune.caltanissetta.it e disponibile, altresì, presso i sotto elencati uffici dei Servizi Sociali del Comune dove gli interessati potranno avere ulteriori informazioni e chiarimenti presso la Direzione I Politiche Sociali e Scuola in via A. De Gasperi (ex scuola San Michele)  nei giorni di lunedì (ore 9,00/11,30) e giovedì (ore 09,00/11,30). Contatti: Tel. 0934/ 74746 -74739.
e-mail: servizisociali@comune.caltanissetta.it
PEC:direzione.politiche.sociali@pec.comune.caltanissetta.it
 
Il problema abitativo nella sostanza viene ridimensionato anche a Caltanissetta per una politica volta a trovare soluzioni per i cittadini in difficoltà. La direzione delle politiche sociali sono intervenute con determinazione per la realizzazione del dormitorio gestito a S. Croce da padre Riggi che prevede 20 posti letto per uomini e 10 per donne.
 

Torna il maltempo in Sicilia: previste raffiche di vento. Emessa un'allerta gialla
News Successiva
Caltanissetta, basole "ballerine" in corso Vittorio Emanuele: via ai lavori per la sostituzione
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Caltanissetta, inquilini con difficoltà economica a pagare il canone di affitto: ecco come poter accedere ai benefici
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta