ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Caltanissetta, al teatro "Rosso di San Secondo" si ride con "Professione falsi invalidi"
Eventi
visite519

Caltanissetta, al teatro "Rosso di San Secondo" si ride con "Professione falsi invalidi"

Questa sera 3 Marzo 2017 –Michele Privitera, Alessandra Falci, Sandro Rossino – ovvero ILTRIANGOLONOTRIO, presentano la loro nuova produzione dal tito

Redazione
03 Marzo 2017 16:24

Questa sera 3 Marzo 2017 –Michele Privitera, Alessandra Falci, Sandro Rossino – ovvero ILTRIANGOLONOTRIO, presentano la loro nuova produzione dal titolo “Professione Falsi Invalidi” una farsa scritta, diretta e interpretata dallo stesso Trio. Lo spettacolo è già in torurnèe regionale dal mese di Gennaio e dopo varie tappe( Ribera, Messina, Regalbuto etc) arriva a Caltanissetta per un debutto cittadino molto atteso. Dopo l’enorme successo degli spettacoli “IL TRIANGOLO…NO!” (102 repliche in 20 mesi) e di “Siamo Tutti Precari!” (51 repliche in 10 mesi), ILTRIANGOLONOTRIO decide di aprire le porte del trio ad altri attori per dar vita a una farsa a dir poco esilarante e coinvolgente. “Abbiamo deciso di mettere in scena una Farsa che parla di un paradosso che ,purtroppo in Italia ,è sempre più consuetudine ovvero i Falsi Invalidi. Pur avendo una struttura più classica, questa farsa,rimane nello stile del trio, affiancando i due stili più comici del panorama teatrale italiano, la Farsa e il Cabaret. Proprio da questa unione il trio ha saputo distinguersi dalla massa realizzando, fin qui, dei prodotti unici nel loro genere ribattezzato dallo stesso trio in "Farscabarè". La vera novità di questo lavoro sta nel coinvolgimento di altri attori con caratteristiche ben definite, e proprio grazie a queste caratteristiche sapranno risultare unici nel loro genere, arricchendo ancora di più lo spettacolo. Gli attori sono Roberto Gallà ( che ha curato anche l’immagine e la campagna pubblicitaria dello spettacolo in maniera a dir poco eccellente), l’attrice di Mussomeli Adriana Tuzzeo, L’attore Angelino Paranos e per lo spettacolo di questa sera, in due camei, sono stati coinvolti anche gli Avvocati, con la passione per il teatro, Giuseppe Dacquì e Giuseppe Giunta. Lo spettacolo è ambientato in Sicilia in casa Petrosella. Leo vive con la sorella Marcellina,taccagna ed in eterna ricerca dell’anima gemella. Hanno dato ospitalità al cugino Max buttato fuori di casa dalla moglie. Spesso si vede Ugo un muratore avanti con gli anni che vive ancora con mamma e papàcol nome di battaglia di Spidermen. Ad animare i quadretti iniziali ci sono anche gli ingressi del ragazzo del bar Mario, talmente suonato da non ricordare più di essere stato pugile e del Professore Passerotto un po’ stonato. Da poco tempo, nell’appartamento affianco si è trasferita l’avvenente signorina Deborah e la sua cameriera ucraina KARINA. Non si riesce a capire la vera professione della bella vicina ma poco importa, visto che si offre, grazie alle sue amicizie al ministero, di far avere un aumento all’assegno mensile di Petrosella, unica fonte di reddito della casa. . A un certo punto arriva l’ispettore dell’ INPS Cardillo venuto a controllare, in seguito allo scandalo dei falsi invalidi, l’inabilità di Leo Petrosella. Ma Leo si è allontanato momentaneamente con Max. Marcellina e Ugo,presi alla sprovvista, danno vita ad una serie di equivoci. Rientra Max e la situazione s’ingarbuglia al punto che l’ispettore va via convinto che Leo Petrosella non esiste e di aver individuato l’ennesima truffa ai danni dello stato. Siamo al secondo tempo ed è il mattino successivo. Deborah si è offerta di dare loro una mano e, tramite le sue conoscenze, ha convinto l’INPS a rimandare in casa l’ispettore Cardillo. Ma a questo punto non si può rischiare di perdere la pensione e bisogna far apparire Leo più matto di quello che è. A tale scopo Max mette a punto un copione di un bluff: Petrosella è talmente matto da credere di essere il presidente del consiglio, Per assecondarlo Ugo e Max sono le sue guardie del corpo, Marcellina è la sua segretaria personale e Deborah la first lady. Alla fine Leo scambia l’ispettore per un terrorista e vuole ucciderlo. Ugo e Max lo bloccano facendo scappare l’ispettore, che a quel punto non avrà più ombra di dubbio sulla pazzia di Petrosella. L’ispettore arriva però in anticipo e così nell’esecuzione del bluff tutto va storto e l’ispettore finisce col comprendere la messa in scena. La pensione è perduta e tutti sono colpevoli di truffa aggravata. Ma come in ogni farsa che si rispetti ecco arrivare il colpo di scena,che certamente non sveleremo qui... buona divertimento. Ancora pochissimi posti disponibili per quello che si preannuncia essere un Sold Out Info e prenotazioni al 3423589070 e al 3285880889.

Caltanissetta, 8 marzo: alla Bcc del Nisseno un convegno sul primo voto alle donne
News Successiva
Caltanissetta, alla parrocchia "Regina Pacis" l'arrivo di Gesù Nazareno

Ti potrebbero interessare

Commenti

Caltanissetta, al teatro "Rosso di San Secondo" si ride con "Professione falsi invalidi"

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852