ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Caltanissetta. Accoltellò il suo ex, per la Cassazione non fu tentato omicidio: 32enne resta in libertà
Cronaca
visite2426

Caltanissetta. Accoltellò il suo ex, per la Cassazione non fu tentato omicidio: 32enne resta in libertà

Come dimostrato dall'avvocato della donna, Massimiliano Bellini, quella sera l'uomo aggredì la ragazza che non fu difesa da nessuno all'interno del locale

Redazione
28 Giugno 2019 10:21

La Cassazione conferma quanto avevano già stabilito i giudici del Tribunale del riesame di Caltanissetta: annullamento dell’accusa di tentato omicidio – resta in piedi solo quella di lesioni con l’aggravante dell’uso dell’arma - per la sancataldese Sonia Ingaglio, 32anni, che dunque potrà restare in libertà in attesa che si chiuda l’inchiesta a suo carico per il ferimento dell’ex fidanzato, il deliano Giuseppe Randazzo, 36 anni.La sera del 5 gennaio scorso i due si erano incontrati nei pressi del locale di via Luigi Monaco, ma la discussione era preso degenerata e Sonia Ingaglio colpì l’ex con una coltellata all’addome, sostenendo però di essere stata aggredita dall’uomo, che avrebbe anche cercato di afferrarla per la gola. Randazzo, stando a quanto sostenuto dalla ex, non si era rassegnato alla fine della loro storia, tanto che la vicenda ha avuto anche un’altra appendice in cui Randazzo, difeso dall’avvocato Giuseppe Fazio, è finito sotto processo per stalking e altre accuse.
Restando a quanto accaduto lo scorso 5 gennaio, però, magistrati investigatori avevano ritenuto che Sonia Ingaglio fosse colpevole di tentato omicidio, in quanto avrebbe sferrato la coltellata all’ex con l’intenzione di ucciderlo. Una tesi che l’indagata ha respinto fin dall’interrogatorio successivo al proprio arresto, raccontando di avere vissuto in uno stato di paura totale per diversi mesi, viste le continue persecuzioni del suo ex, tanto da avere deciso di acquistare, nel novembre di un anno fa il coltellino  usato nel corso della lite, che, a suo dire, portava sempre con sé proprio per paura di essere aggredita.
La decisione del Tribunale del riesame non aveva però convinto la Procura nissena, che ha presentato ricorso in Cassazione per chiedere che venisse riconosciuta l’accusa di tentato omicidio  e l’applicazione degli arresti domiciliari, sostenendo che ci fosse la volontà di uccidere l’ex, da parte della stessa Ingaglio. 
L’avvocato difensore Massimiliano Bellini ha invece chiesto che il ricorso fosse respinto, sostenendo che la sua assistita si era presentata all’incontro con il suo ex in uno stato psicologico di disagio visti i continui tormenti che aveva subito e anche quella sera Randazzo, così emergerebbe dalle telecamere, l’aveva aggredita fisicamente, senza che nessuno dei clienti del locale fosse intervenuto per difenderla. (Vincenzo Pane, La Sicilia)

Discariche a cielo aperto nella periferia di Caltanissetta, il sindaco: "I responsabili saranno puniti"
News Successiva
Usura e traffico di stupefacenti: a Caltanissetta sequestrati una concessionaria e un negozio di abbigliamento
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Caltanissetta. Accoltellò il suo ex, per la Cassazione non fu tentato omicidio: 32enne resta in libertà
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta