ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Azienda confiscata, futuro incerto per i lavoratori della Di Vincenzo Spa. "Nessuna prospettiva per la produzione"
Cronaca
visite659

Azienda confiscata, futuro incerto per i lavoratori della Di Vincenzo Spa. "Nessuna prospettiva per la produzione"

Lavoratori in ansia per il proprio futuro. Sono i dipendenti della Di Vincenzo Spa, che si sono riuniti presso il cantiere di viale della Regione dove...

Redazione
23 Settembre 2014 11:19

Lavoratori in ansia per il proprio futuro. Sono i dipendenti della Di Vincenzo Spa, che si sono riuniti presso il cantiere di viale della Regione dove s'è svolta l’assemblea sindacale per tracciare i percorsi da attuare dopo la confisca dei beni al costruttore nisseno. All’incontro erano presenti i segretari nazionali di Filca Cisl e Fillea Cgil, rispettivamente Salvatore Scelfo e Salvatore Lo Balbo, i segretari regionali Filca Cisl e Fillea Cgil, Santino Barbera e Franco Tarantino, il segretario generale Filca Cisl Agrigento Caltanissetta Enna, Francesco Iudici, il Responsabile Territoriale Filca Cisl Caltanissetta, Nunzio Mangione e il segretario provinciale Fillea Cgil, Francesco Cosca. "I lavoratori del gruppo Di Vincenzo hanno chiesto quali opportunità mette a disposizione la legislazione nazionale per disciplinare questa vertenza delicata. L’attuale situazione determina forte esasperazione e preoccupazione tra i lavoratori che temono per la perdita del posto di lavoro e per la mancanza di prospettive concrete in un territorio economicamente depresso come la provincia di Caltanissetta", spiegano i sindacati in un documento. La società ha alle dipendenza circa 50 unità lavorative tra impiegati e operai. Le organizzazioni sindacali territoriali chiederanno la convocazione del nuovo amministratore finanziario del gruppo per capire il futuro piano industriale della società. “Il futuro assetto produttivo – affermano a nome dei lavoratori Nunzio Mangione e Francesco Cosca – dovrà avere il merito di produrre lavoro, ricchezza e speranza: sono di fondamentale importanza per lo sviluppo sostenibile e per la crescita dell’economia territoriale ed etica, valori ai quali siamo profondamente legati. Aumentare queste buone pratiche vuol dire rafforzare la legalità, ed è importante farlo soprattutto in queste aree colpite da una crisi senza precedenti”. Per queste motivazioni le segreterie regionali e nazionali attiveranno altresì una interlocuzione con l’Agenzia Nazionale per Beni Confiscati, attualmente diretta dal prefetto Umberto Postiglione.

Tutti uniti sull'Alta Velocità, meno certezze dal Governo. Rischio isolamento per Caltanissetta e l'hinterland
News Successiva
Cyber bullismo e trappole del web. Vademecum della Polizia diffuso nelle scuole, i consigli per ragazzi e genitori
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Azienda confiscata, futuro incerto per i lavoratori della Di Vincenzo Spa. "Nessuna prospettiva per la produzione"
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta