ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Ato rifiuti e Ssr, quante incertezze: sindacati chiedono confronto con l’assessore Marino
Politica
visite539

Ato rifiuti e Ssr, quante incertezze: sindacati chiedono confronto con l’assessore Marino

In vista dell'imminente passaggio dagli Ato rifiuti alle nuove Srr che avverrà il 30 settembre, numerosi sono ancora i nodi irrisolti. Le segreterie c...

Redazione
20 Settembre 2013 07:49

In vista dell'imminente passaggio dagli Ato rifiuti alle nuove Srr che avverrà il 30 settembre, numerosi sono ancora i nodi irrisolti. Le segreterie confederali di Cgil, Cisl e Uil della provincia di Caltanissetta, rappresentate da Nino Giannone, Emanuele Gallo e Totò Pasqualetto, ritengono necessario un incontro con l'assessore regionale all'ambiente ed energia, con delega ai rifiuti, Nicolò Marino, con la partecipazione dei sindaci dei due comuni capofila per far sì che i comuni dei due Ato nisseni (CL1 e CL2), collaborino in modo risoluto a tale passaggio, Le Segreterie Confederali di CGIL CISL UIL, chiedono la convocazione dell’incontro per aprire un confronto, possibilmente in tempi brevi viste le imminenti scadenze, in cui l'Assessore possa chiarire alcuni meccanismi operativi, per favorire un percorso condiviso con i sindacati nel passaggio alla nuova gestione, evitando possibili fughe in avanti solitarie dei diversi attori coinvolti. Tra i nodi irrisolti, c'è la titolarità della gestione degli impianti e delle infrastrutture, tra cui ad esempio gli impianti di compostaggio, ovvero se ricadano sugli istituendi Aro (ambiti di raccolta ottimale, uffici di diretta dipendenza dei comuni) oppure sulla SRR (Società di regolamentazione dei rifiuti che ha la forma del Consorzio di comuni). Ci sono i nodi del personale dipendente. Non si può agire in ordine sparso. I sindacati intendono collaborare fattivamente con i sindaci in un quadro omogeneo di regole e procedure che solo un incontro ufficiale con l'assessore regionale all'Energia, Nicolò Marino, può chiarire. Il confronto tra gli attori coinvolti, è lo strumento adeguato per interpretare norme e circolari e garantire la partecipazione delle parti sociali in questo delicato passaggio. Ci sono da diradare le incognite circa le procedure per far funzionare, nell’immediato, il servizio, i rapporti con i fornitori, le assicurazioni di mezzi e dipendenti, la titolarità delle prestazioni e tanto altro. Da qui, parte la richiesta di voler definire un quadro certo e condiviso in cui le SRR dovranno muovere i primi passi e intendono essere parte attiva e collaborativa per il passaggio dagli Ato alle due SRR provincia Sud e Nord di Caltanissetta, affinché sia il meno traumatico possibile per i lavoratori e le aziende che a vario titolo erogano il servizio. L'invito a convocare un incontro-confronto, è rivolto all'Assessore dott. Nicolò Marino, ed ha lo spirito di voler contribuire a portare chiarezza in un quadro dove qualcuno pretenderebbe di creare confusione in modo di continuare con la gestione del passato. L’invito alla chiarezza, è altresì rivolto ai sindaci dei comuni della provincia di Caltanissetta, perché assieme alle confederazioni sindacali stimolino l’Assessore alla convocazione dell’incontro e tutti attorno ad un tavolo, s possano convenire le soluzioni migliori per far decollare le nuove società e possibilmente, far risparmiare i cittadini sulla gestione e sulla raccolta dei rifiuti solidi urbani.

Omofobia, Pagano: "Legge incostituzionale, sarà revisionata al Senato"
News Successiva
Grandi città, via libera dal Governo Crocetta: riuniti 51 Comuni
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Ato rifiuti e Ssr, quante incertezze: sindacati chiedono confronto con l’assessore Marino
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta