ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
A Gela il terzo impianto più grande d'Italia per il trattamento dei rifiuti. Giudice: "Zero infortuni e opera moderna"
Attualita
visite1980

A Gela il terzo impianto più grande d'Italia per il trattamento dei rifiuti. Giudice: "Zero infortuni e opera moderna"

Il segretario generale della Cgil Ignazio Giudice, afferma che questo impianto rappresenta il fiore all'occhiello della città. Ha dato lavoro a 80 unità

Redazione
12 Aprile 2019 13:22

"Vedere per credere, conoscere per parlare. Per queste due ragioni oggi ho deciso - afferma Ignazio Giudice, segreatrio generale della Cgil - di visitare una delle più grandi opere pubbliche realizzate a Gela, il terzo impianto più grande d'Italia, definito TMB (trattamento meccanico biologico dei rifiuti). Un impianto industriale ad alta tecnologia che tratta il rifiuto indifferenziato con il massimo rispetto per l'ambiente alimentato anche tramite l'energia solare con parco fotovoltaico già installato. Grazie a questo impianto si è dato lavoro a 80 lavoratori con elevate professionalità specialistiche di cui buona parte di Gela inclusa la direzione tecnica, opera realizzata con zero infortuni. Da sindacalista siciliano sono veramente orgoglioso di poter affermare che la migliore Sicilia è riassunta in questa piccola industria del valore di 20 milioni di euro. Il ciclo costruttivo è tutto siciliano, la Nurovi ed il consorzio Cipae. Oggi più che mai il territorio, ad iniziare da Gela, e i cittadini abbiamo il diritto di risparmiare sulla tassa dei rifiuti dato che qui entra il rifiuto indifferenziato ed esce materiale riutilizzabile al 100% come plastica, carta, vetro e tanto altro. Oggi la politica non può avere né alibi né altre scuse per programmare l'abbassamento della tassa sui rifiuti riferita ai cittadini di Gela. La Regione siciliana deve correre per affidare la gestione di questo importante impianto così da creare le condizioni per agevolare i cittadini e rendere produttiva l'opera. Tutto può accadere tranne trasformare tutto ciò in cattedrale nel deserto, sarebbe un crimine a danno delle risorse pubbliche e della speranza di un territorio di riscattarsi dalle brutte azioni politiche".

Gela, divieto di balneazione in alcuni tratti della costa: nulla è cambiato rispetto agli anni passati
News Successiva
Gela, divieto di sosta per due giorni in alcune strade: dovranno essere spazzate diverse zone della città
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
A Gela il terzo impianto più grande d'Italia per il trattamento dei rifiuti. Giudice: "Zero infortuni e opera moderna"

Salvatore Scribani

Meraviglioso

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta